Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Francesco Lattaruolo PDF Stampa E-mail

Due testimonianze sono giunte dall’amico Francesco, che nella seconda metà degli anni ’70 condivideva ogni giorno con me il viaggio da Mestre a Padova, quando tutti e due lavoravamo nella città del Santo. Poi molti anni dopo ci siamo ritrovati a lavorare nella stessa società, dove lui è ancora in servizio. La prima mail giunse il 27 marzo del 2003, un anno dopo, e la seconda invece, nel 2010, in occasione del 33° compleanno di Alvise.

 

L’articolo di Alvise

 

Con piacere ieri ho ricevuto e letto l’articolo di Alvise “Un’idea per la qualità della vita”, un soft mix denso di sensibilità d’animo, di equilibrio intellettuale e di contestazione. Ed in quel pezzo ho rivisto uno spicchio del mio oramai passato remoto, dei miei principi, dei miei ideali sempre volti a difesa di chi non aveva voce, dei più deboli, contro i prepotenti.

I tempi hanno mutato molte cose e non so se solo in meglio. Molti dei nostri riferimenti si sono disintegrati, svaniti nel nulla, vittima degli uomini e delle situazioni, ma i sani principi di sempre quelli no.

Abbiamo cercato di tramandarli ai nostri figli, con comportamenti giornalieri e con esempi reali. Leggo con piacere che tu ci sei riuscito, che hai seminato bene. Ed il frutto della tua semina ti accompagnerà per sempre; gli ideali, che sono lo spirito di tuo figlio, non moriranno mai e saranno certamente per te e per tua moglie una eterna gratificazione, assieme al ricordo del vostro Alvise.

 

Eravate felici, tutti e tre insieme

 

Ho un ricordo di un Alvise ancora piccolo che assieme a te, Umberto, e a tua moglie ti è venuto a prendere alla fermata dell’autobus, sul cavalcavia di Mestre, alla Vempa. Erano gli anni in cui lavoravamo a Padova, anche se in due realtà aziendali diverse, purtroppo oltre trenta anni fa.

Eravate felici, tutti e tre insieme. Voglio ricordarlo così e solo col tempo potremo sapere il motivo e la missione affidatagli dal Supremo.

Con tua moglie avete affrontato una nuova vita ed Alvise vi è certamente a fianco per risolvere i tanti problemi che dovete affrontare nella gestione della vostra nuova famiglia.

In questo, siatene certi, Alvise vive ed è quotidianamente con voi, fra di voi. Ricordate, Alvise ora è amore, e l’amore non morirà mai.

 

Un abbraccio a voi tutti.

 

Il Tuo cinque per mille

 

Aggiornamento Raccolta Fondi 

 

 

La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell'8 per mille non sono alternative fra loro e non determina maggiori imposte da pagare. Il contribuente che riceve il CUD e che non è tenuto alla presentazione del modello Unico o non intende presentare il mod. 730, in quanto non ha altri redditi imponibili, può consegnare al datore di lavoro la sola scheda di destinazione del 5 per mille, nei modi e nei termini identici a quelli previsti per l'8 per mille.

  


Informazioni

Fondazione Alvise Marotta Onlus
Codice Fiscale: 90114620272
Via Colombo, 50
30173 Mestre - Venezia
Tel.: (+39) 041.610094
Fax.: (+39) 041.6396619

E-mail: info@alvisemarotta.org
Mappa del sito

Fondazione Alvise Marotta