Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Clizia Nalin PDF Stampa E-mail

Come non ricordare le tante sciate fatte da Alvise con Clizia e suo marito Alessio sui monti sappadini e le belle serate passate insieme! Ecco tre sue testimonianze, la seconda giunta a molti anni di distanza in occasione del 33° compleanno di Alvise, il 16 dicembre del 2010 e la terza proprio a fine marzo del 2012, in occasione della ricorrenza del decennale della salita in cielo di Alvise.

 

I suoi occhi avevano una profondità speciale

 

Ho conosciuto Alvise a Sappada, un giorno durante l’estate, quando ho visto tre figure apparire al di là del dosso erboso oltre il quale sono solita guardare durante le mie riflessioni. Mi è piaciuto subito, così, senza una ragione.

Forse perché aveva il nome del primo dei miei amatissimi figli, forse perché i suoi occhi avevano una profondità speciale, la profondità dell’oceano.

Era una persona diversa da tutte le altre, bello nell’aspetto, dolce, simpatico, un ragazzo d’altri tempi. Spesso veniva a pranzo da noi.

Nei pomeriggi estivi l’ho visto apparire tante altre volte oltre quel dosso, veniva a trascorrere qualche ora con i nostri ragazzi. Erano amici.

Piaceva tanto anche alla piccola Costanza che lo chiamava sempre con nome e cognome per distinguerlo dal fratello. Abbiamo sciato insieme, giocato, riso, l’abbiamo sentito cantare e suonare la chitarra. A volte ho parlato con lui di letteratura spagnola che anch’io amo così tanto.

L’ho visto l’ultima volta il 19 marzo.

Aveva nei suoi occhi qualcosa di imperscrutabile, come una dolcezza insondabile, uno sfinimento.

Siamo soliti dire che le persone che non sono più in questo mondo sono scomparse. Non è vero. Ci precedono soltanto. E ci aspettano.

 

I suoi occhi vaghi e profondi

 

L’angelo ci ha lasciato l’azzurro dei suoi occhi, i suoi occhi vaghi e profondi. Un giorno anche noi saremo grano e terra e foglie e gocce di pioggia. E i giorni non esisteranno più e non torneranno.

Allora ci uniremo e sarà per sempre.

Auguri Alvise, da un’amica imperfetta.

 

Ha risolto l’enigma

 

Alvise ha trovato il suo centro. Ha risolto l'enigma. Ora è nella luce.

Noi siamo nelle tenebre. Ma il nostro amore non è invano.

 

 

 

 

Il Tuo cinque per mille

 

Aggiornamento Raccolta Fondi 

 

 

La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell'8 per mille non sono alternative fra loro e non determina maggiori imposte da pagare. Il contribuente che riceve il CUD e che non è tenuto alla presentazione del modello Unico o non intende presentare il mod. 730, in quanto non ha altri redditi imponibili, può consegnare al datore di lavoro la sola scheda di destinazione del 5 per mille, nei modi e nei termini identici a quelli previsti per l'8 per mille.

  


Informazioni

Fondazione Alvise Marotta Onlus
Codice Fiscale: 90114620272
Via Colombo, 50
30173 Mestre - Venezia
Tel.: (+39) 041.610094
Fax.: (+39) 041.6396619

E-mail: info@alvisemarotta.org
Mappa del sito

Fondazione Alvise Marotta