Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Patrizio Rigobon PDF Stampa E-mail

Anche lui docente  di lingue e letteratura spagnola del dipartimento di iberistica di Ca’ Foscari, insieme alle professoresse Bianchini, Mildonian, Paravati, Pittarello, Regazzoni e a Carlos Romero e tanti altri che lo conoscevano e gli volevano bene. 

Nel mese di gennaio del 2011 mi è giunta da Patrizio Rigobon una mail in ricordo di Carmen Puig e con l’occasione mi ha anche scritto alcune righe in merito alla Fondazione dedicata ad Alvise.

 

La Fondazione continuerà

 

Gentile dott. Marotta,

le istituzioni le fanno le persone e sono certo che la Fondazione AlMa che lei ha voluto e che onora la memoria di suo figlio in modo, come direbbero in Spagna, “inmejorable”, continuerà.

Le questioni di cui si occupa segneranno ancor di più gli anni a venire, ragione per cui sono sempre più necessarie le risposte che la Fondazione AlMa ha saputo fornire fino adesso (e continuerà a dare).

 

La ricchezza interiore ed umana di Alvise

 

Avevo conosciuto Alvise per una specie di caso, mentre stava sostenendo con il prof. Romero l’ultimo (o il penultimo) esame di Lingua e Letteratura spagnola. Io ero ancora nell’università di Bologna ma quel giorno il prof. Romero mi aveva chiesto di aiutarlo per gli ultimi esami, (prima del suo anno sabbatico).

Ricordo Alvise come una persona timida, attenta e molto sensibile (forse più di quanto potessi immaginare stando dall’altra parte della cattedra).  A volte si vedono gli studenti vis à vis soltanto durante l’esame, mentre s’ignora la ricchezza interiore ed umana di cui ognuno di essi, ed Alvise in particolare, è portatore.

Mi spiace tantissimo che sia mancato il tempo di conoscerlo meglio, anche se in altre occasioni l’avevo incontrato in dipartimento. Il tempo di potergli parlare. Ho letto l’articolo, da lui scritto, sull’handicap, che è la dimostrazione tangibile di ciò che dicevo. Una sensibilità che si coniuga con una utopia degna del miglior idealismo giovanile, col desiderio che le cose possano andare in modo diverso da come vanno. Una sollecitazione per tutti: “Ma siamo franchi… ci vuole una etica diversa”. Il nucleo portante dell’articolo mi sembra proprio questa necessità di cambiamento che noi adulti (o semplicemente più anziani) spesso non abbiamo più voglia di compiere.

 

 

 

Il Tuo cinque per mille

 

Aggiornamento Raccolta Fondi 

 

 

La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell'8 per mille non sono alternative fra loro e non determina maggiori imposte da pagare. Il contribuente che riceve il CUD e che non è tenuto alla presentazione del modello Unico o non intende presentare il mod. 730, in quanto non ha altri redditi imponibili, può consegnare al datore di lavoro la sola scheda di destinazione del 5 per mille, nei modi e nei termini identici a quelli previsti per l'8 per mille.

  


Informazioni

Fondazione Alvise Marotta Onlus
Codice Fiscale: 90114620272
Via Colombo, 50
30173 Mestre - Venezia
Tel.: (+39) 041.610094
Fax.: (+39) 041.6396619

E-mail: info@alvisemarotta.org
Mappa del sito

Fondazione Alvise Marotta