Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Elisabetta Fiorino PDF Stampa E-mail

Anche lei collega di studi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere con la quale Alvise aveva condiviso la frequentazione di alcune lezioni e la preparazione di alcuni esami. Non credo di averla conosciuta ma la sua lettera che qui potete leggere mi ha fatto conoscere la sua sensibilità e la sua sincera amicizia  per Alvise.

 

Grazie Alvise

 

La prima volta che ho conosciuto Alvise era una giornata bella e assolata. Io, laureanda fuori corso da ben 2 anni, scrutavo la bacheca del dipartimento di Angloamericano per controllare le date dell’appello del penultimo esame di letteratura inglese.

Non era certo un bel momento della mia vita, lavoravo precariamente, sentivo il peso di non aver ancora terminato il corso dei miei studi.

Quando lui mi si è avvicinato, in un primo momento ho pensato: ci mancava anche questo, ma che vuole? Ma un non so che di delicato e una grande energia circondava la sua figura.

Abbiamo chiacchierato un po’ e così mi ha accompagnato nel mio tragitto verso un altro dipartimento dove avrei dovuto parlare con un professore. L’ho rivisto poi una seconda volta, ci siamo fermati in un bar all’aperto e lì abbiamo parlato a lungo.

Ci conoscevamo da poco, ciò nonostante Alvise capì il mio stato d’animo e mi incoraggiava a non mollare, a ritornare ad essere positiva. Credo di non avere mai conosciuto una persona più entusiasta di lui, lo vedevo così tenace, preciso e ambizioso.

Capivo che gli interessavo, ma credo che la sua energia fosse autentica; ora credo anche che Alvise abbia avuto una accentuata sensibilità e, nonostante il mio atteggiamento sulle prime fosse senz’altro indisponente e sconsolato, era riuscito a tirarmi fuori il sorriso e farmi tornare ad essere più fiduciosa nelle mie capacità.

Grazie Alvise.

 

 

 

Il Tuo cinque per mille

 

Aggiornamento Raccolta Fondi 

 

 

La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell'8 per mille non sono alternative fra loro e non determina maggiori imposte da pagare. Il contribuente che riceve il CUD e che non è tenuto alla presentazione del modello Unico o non intende presentare il mod. 730, in quanto non ha altri redditi imponibili, può consegnare al datore di lavoro la sola scheda di destinazione del 5 per mille, nei modi e nei termini identici a quelli previsti per l'8 per mille.

  


Informazioni

Fondazione Alvise Marotta Onlus
Codice Fiscale: 90114620272
Via Colombo, 50
30173 Mestre - Venezia
Tel.: (+39) 041.610094
Fax.: (+39) 041.6396619

E-mail: info@alvisemarotta.org
Mappa del sito

Fondazione Alvise Marotta