Angela Brait Stampa

Collega di studi di Francese. L’ho conosciuta negli ultimi due anni tramite la rete Internet ma avevo visto più volte il suo nominativo nelle carte di Alvise e nella sua rubrica.  E così sono stato molto contento di ricevere il suo contributo, il suo ricordo che evidenzia ancora una volta quanto si faceva ben volere, con semplicità ed un sorriso, che ancora oggi Angela ricorda.

 

Soffro ancora a parlarne…

 

La mia vita è cambiata quando sono tornata dalla Francia e una mia amica mi ha raccontato della morte di Alvise… soffro ancora a parlarne… perché lo avevo nominato quel giorno...e volevo chiamarlo... dovevo raccontargli della mia esperienza in Francia... glielo avevo promesso prima di partire...

Di Alvise ricordo il suo sorriso e il suo grande impegno nello studiare il francese... quante ripetizioni gli ho dato.

Era bello studiare con lui… un giorno, in un bar a Venezia, per ringraziarmi, mi ha regalato un CD… che ho ancora… ma non ho più il coraggio di ascoltarlo… gli volevo bene… non volevo credere a quello che era successo… io, non c'ero… e nessuno mi aveva chiamato in Francia per dirmelo!

Alvise è nel mio cuore… e lo sarà sempre…