Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Maria Rosa Sunseri PDF Stampa E-mail

Per molti anni Maria Rosa è stata vicepresidente di Aluc ed abitando ad un centinaio di metri dalla mia abitazione ed anche dagli uffici di Aluc, molte sono state le occasioni di incontro e di rinnovata amicizia, anche con suo marito.

Ha visto Alvise crescere negli anni dell’università e così ne ha conosciuto gli interessi e gli ha voluto bene.

 

Io ti ritroverò

 

Ho sempre apprezzato la grande sensibilità di Alvise, quella sensibilità che accomuna i poeti e gli artisti facendo loro esprimere l’ineffabile che noi non siamo in grado di cogliere. Vorrei dedicare a lui, animo sensibile, questi versi della poetessa Maria Luisa Spaziani:

 

”…Ti troverò, io ti ritroverò.
Avrai vesti sontuose, mai viste.
Dirai cose bellissime, nate
dagli anni in cui non c’eri.”

 

Quel quarto d’ora insieme a lui…

 

Caro Umberto, cerco di comprendere, per quanto l’immedesimazione in questo caso non sia neppure paragonabile alla realtà, quanto possa essere tremendamente difficile ricostruire la propria esistenza e la vostra esistenza di coppia dopo una prova così dura. Ma farlo diventa un obbligo morale finché abbiamo la facoltà e i mezzi per continuare l’esistenza.

Da amica, se mi permetti di usare questa parola nei tuoi confronti e in quelli di Renata, posso solo offrire la mia disponibilità all’ascolto, allo sfogo, alla comprensione e il tentativo di lenire, sia pur momentaneamente, con qualche parola che sgorga dal cuore, un dolore presente e incessante.  Ma a volte ho il pudore di chiamarvi, di cercarvi perché penso di essere inopportuna, inadeguata e così mi tengo in disparte, ma sappiate che ci siamo e che potete contare su di me.

Prima di Pasqua ho incontrato un paio di volte la maestra delle elementari di Alvise, la signora Leonarda Russo, che mi ha pregato di farvi pervenire il suo sentito e addolorato dispiacere.

Ancora qualche parola per restituirvi una immagine di Alvise che penso abbiate il diritto di avere tra i vostri ricordi.

Il 18 marzo l’ho incontrato sotto i portici di Corso del Popolo; entrambi tornavamo da Venezia, mi ha invitato a bere l’aperitivo nel baretto vicino a casa mia.

Ho avuto proprio piacere di trascorrere quel quarto d’ora insieme a lui, perché mentre bevevo e parlavo notavo che aveva ritrovato il guizzo vivace dello sguardo, la sua capacità di gemellare ironicamente, ma bonariamente, fatti e persone.

Così avevamo scherzato sugli “attributi” di Pippo Baudo e sulle “carrozzerie” della Manuela Arcuri e della Luisa Corna, sulle canzoni e i testi di Sanremo che si era appena concluso. Poi mi aveva manifestato la sua soddisfazione per aver concluso gli esami e per aver già definito il progetto di tesi.

 

Con affetto.

 

Il Tuo cinque per mille

 

Aggiornamento Raccolta Fondi 

 

 

La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell'8 per mille non sono alternative fra loro e non determina maggiori imposte da pagare. Il contribuente che riceve il CUD e che non è tenuto alla presentazione del modello Unico o non intende presentare il mod. 730, in quanto non ha altri redditi imponibili, può consegnare al datore di lavoro la sola scheda di destinazione del 5 per mille, nei modi e nei termini identici a quelli previsti per l'8 per mille.

  


Informazioni

Fondazione Alvise Marotta Onlus
Codice Fiscale: 90114620272
Via Colombo, 50
30173 Mestre - Venezia
Tel.: (+39) 041.610094
Fax.: (+39) 041.6396619

E-mail: info@alvisemarotta.org
Mappa del sito

Fondazione Alvise Marotta